Smooth Gallery

Titanio PDF Stampa E-mail

Il titanio (Ti) è al nono posto come elemento metallico presente sulla crosta terrestre e ha proprietà chimiche simili a quelle dello zirconio e del vanadio. È presente in bassa concentrazione nella frutta e nei vegetali, mentre è presente ad elevata concentrazione nelle miniere (specialmente nelle miniere di ferro) e nella cenere da combustione di legna.

È di ampio utilizzo industriale, e un eccesso di titanio può essere il risultato di un'elevata esposizione professionale. È usato nelle leghe metalliche ed è utilizzato nella forma di biossido di titanio (TiO2) come guaina per cavi elettrici.

Il titanio come biossido è quasi inerte e quindi è considerato come un elemento non tossico. Altre forme di titanio (nitruro, boruro, idruro, cloruro) possono provocare fibrosi tessutali come verificato da studi su animali. Negli animali a cui è stata somministrata acqua contenente 5 ppm di titanio non si è riscontrato alcun danno.

Elevati livelli di titanio nel capello sono dovuti a trattamenti artificiali come le tinture o i “colpi di sole”. Inoltre molti shampoo contengono biossido di titanio che può attaccarsi tenacemente ai capelli e può non essere completamente rimosso nei trattamenti di lavaggio effettuati prima dell'analisi spettrofotometrica.

 

Per acconsentire clicca sul pulsante "Accetta". Per saperne di più sulla Cookie policy clicca qui.

Accetto i cookie di questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk