Smooth Gallery

Il Ferro PDF Stampa E-mail

Il ruolo principale del Ferro è quello di trasportare l'ossigeno nel sangue e depositarlo nei muscoli che richiedono grandi quantità di ossigeno per la presenza di due proteine come emoglobina e mioglobina che arrivano a contenere circa il 60% del Ferro totale dell'organismo.

Questo minerale è implicato anche nel metabolismo mitocondriale ed è indispensabile per la produzione di energia e ATP.

Il Ferro è utile per ridurre gli stati di stanchezza e affaticamento, supporta le funzioni cognitive ed è necessario per la normale funzione del sistema immunitario. Nei cibi il Ferro è presente principalmente in due forme: una forma organica di facile assorbimento tipica degli alimenti animali come carne, pesce e frattaglie e una seconda forma inorganica con una minor biodisponibilità tipica di legumi, semi oleosi e vegetali a foglia larga come gli spinaci.

L'assorbimento del Ferro inorganico è influenzato anche dalla composizione della dieta: ad esempio la vitamina C e l’acido citrico aumentano fino a 3 volte l'assorbimento di questo minerale mentre sostanze come i tannini contenuti nel tè e nel caffè, i fitati presenti nella crusca e un eccessivo apporto di calcio ostacolano l'assorbimento della forma inorganica di Ferro.

La presenza di fibre e fitati non deve scoraggiare dall'utilizzo dei cereali integrali che apportano molto più Ferro dei cereali raffinati permettendo a conti fatti una maggior disponibilità.

La dose media raccomandata di Ferro per l'adulto è di 14 mg al giorno. Le donne hanno un fabbisogno più alto rispetto agli uomini, circa 18 mg al giorno soprattutto nel periodo fertile e quando con le mestruazioni aumentano le perdite di sangue, arrivano a un massimo di 27 mg al giorno durante la gravidanza in cui il Ferro è indispensabile per il corretto sviluppo del bambino.

Oltre alle situazioni fisiologiche in cui il fabbisogno di Ferro è aumentato, è importante ricordare anche le tante cause di possibile carenza: le perdite di sangue acute o croniche come ad esempio un flusso mestruale abbondante e frequente o la donazione di sangue, i disturbi intestinali che riducono l'assorbimento del Ferro e un’intensa attività fisica come nei maratoneti dove la percussione ripetuta e continuativa dei talloni porta a un'emolisi meccanica dei globuli rossi. In tutte queste situazioni è utile l'integrazione con questo minerale.

Per un corretta integrazione orale di Ferro è importante affiancare cofattori indispensabili all'assorbimento e all'utilizzo del Ferro come la Vitamina C e l'Acido Folico insieme a minerali come Manganese, Rame e Zinco che proteggono dall'eccessiva produzione di radicali liberi dovuta al Ferro libero.

Le preparazioni DRIATEC, come Ferro Super+ da sempre garantiscono questo importante effetto protettivo.